• 25 Ottobre 2019

Analisi Tattica: Atalanta 2019/20

Analisi Tattica: Atalanta 2019/20

Analisi Tattica: Atalanta 2019/20 750 375 BTL | Behind The Line

ATALANTA BERGAMASCA CALCIO

Partite visionate: Sassuolo vs Atalanta (1-4; 0-4 HT) & Atalanta vs Lecce (3-1; 2-0 HT)
Per scaricare il report in PDF clicca qui

SISTEMA DI GIOCO

  1. Base: Si schiera con un 1-3-4-1-2, con Gomez dietro le due punte Ilicic e Zapata. Da notare come i tre difensori centrali, possano giocare in tutte e tre le posizioni previste senza alcuna difficoltà (esempio: Djimsiti contro il Sassuolo gioca da centrale dei tre mentre contro il Lecce gioca come terminale destro della linea). L’altro giocatore che può giocare in parti diverse del campo è il “papu” Gomez che può fungere sia da trequartista sia da seconda punta accanto a Zapata (in questo caso il ruolo di trequartista sarà ricoperto da Malinovskyi).
    A centrocampo l’unico inamovibile è Freuler mentre può variare il suo partner di reparto (Pasalic o de Roon le scelte principali). Anche sugli esterni di centrocampo la scelta è ampia: Hateboer e Gosens sono i titolari, Castagne e il neo-acquisto Arana le prime alternative.
  2. In fase di possesso: A seconda del lato in cui si sviluppa l’azione, uno dei tre difensori centrali si allarga e spinge, portandosi sulla linea dei centrocampisti. I due esterni di centrocampo si alzano all’altezza delle due punte formando una linea a quattro. Gomez svaria molto tra le linee. Riassumendo, la squadra si schiera con un 2-3-1-4 o un 2-1-3-4 (l’unica cosa che varia tra le due alternative è la posizione di Gomez che può posizionarsi o tra centrocampo e attacco o tra la linea di difesa e quella mediana, assumendo in questo caso la funzione di regista).
  3. In fase di non possesso: In questa fase, lo schieramento privilegiato è il 5-3-1/1 con i due esterni di centrocampo che si abbassano sulla linea dei tre difensori centrali che si stringono molto, Gomez si abbassa tra gli interni di centrocampo (resta invece leggermente più avanti di questi quando la palla è nella metà campo offensiva) mentre solo una delle due punte (a seconda del lato in cui si sviluppa l’azione) partecipa alla fase difensiva, lasciando all’altra il compito di farsi trovare pronta in caso di ripartenza veloce (smarcamento preventivo).

INTRO

L’Atalanta Bergamasca Calcio, guidata dal 2016 da Gian Piero Gasperini, usa come sistema di gioco di base il 3-4-1-2, con Gomez a fare da filtro tra centrocampo e attacco, due esterni di centrocampo che svolgono entrambe le fasi e due punte, una molto fisica (Zapata) e una più tecnica e rapida (Ilicic o Muriel).
É una squadra che inizia le sue azioni offensive coinvolgendo i tre difensori che si portano sempre quasi all’altezza del centrocampo (il portiere non viene mai coinvolto nella fase di costruzione), e con la licenza di potersi portare anche in zona offensiva. Inoltre, i tre uomini di difesa, allargandosi quasi sulla linea laterale, partecipano attivamente alla costruzione del triangolo sul lato insieme a un interno e ad un esterno di centrocampo, soluzione cercata continuamente in fase di impostazione.
Una delle caratteristiche principali del gioco dell’Atalanta è il grande movimento senza palla: tutti gli interpreti in campo infatti, sono in continuo movimento e sono pronti a scambiarsi la posizione con il compagno, al fine di liberare lo spazio alle proprie spalle e favorire l’inserimento (esempio: Zapata si allarga spesso sull’esterno, permettendo a Gosens di inserirsi).
La squadra cerca principalmente il gioco sulle corsie laterali dalle quali poi fanno partire traversoni verso l’area di rigore oppure cercano di accentrare l’azione con giocate individuali verso l’area. Un’altra soluzione molto gettonata in fase di finalizzazione è lo scambio rapido (dai e vai) in zona di rifinitura per superare la linea di difesa.
Difensivamente è una squadra molto solida e che difende, a zona, sempre minimo con 8 uomini tutti molto vicini e compatti (proprio questo può essere un punto debole in quanto spesso lasciano molto spazio sul lato debole).
L’Atalanta, a prescindere dall’avversario, cerca sempre di applicare il proprio gioco e i propri dettami tattici dal primo all’ultimo minuto (le uniche occasioni in cui questo non succede sempre è quando si trovano in grande vantaggio).

error: